Disclamor & Legenda - Forex Sicuro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Disclamor & Legenda

Il trading di CFD, ETF e di FUTURES è altamente speculativo e rischioso, ed è adatto solo a coloro che comprendono ed hanno intenzione di assumersi i rischi economici ed altri possibili tipi di rischi implicati, e sono in grado di sostenere dal punto di vista finanziario perdite significativamente anche pari ai depositi versati. Vi è un margine altissimo di guadagno nel fare trading sul FOREX, probabilmente il settore più remunerativo ad oggi sul quale operare; però è anche legato ad un sostanziale rischio di perdita. Le perdite come i guadagni sono possibili e si verificano. Nessun sistema o metodo è mai stato creato che possa garantire profitti continui ed assicurare l’immunità dalle perdite. Pertanto chiunque decidesse di operare in qualsivoglia modo in questo mercato deve aver compreso tali rischi e di deve avere l'intenzione e la possibilità, dal punto di vista finanziario ed altro, di assumermi i rischi del trading di CFD, ETF e FUTURES.

PRINCIPALI TERMINI ECONOMICI DEL FOREX

Aggiotaggio:
è un reato che consiste nel divulgare informazioni fittizie al fine di far aumentare il titolo in borsa di una determinata società, aumento che potrebbe invogliare piccoli risparmiatori a diventare azionisti di quella società, ma con aspettative totalmente fasulle.

Arbitraggio:
E' l’attività che permette di ottenere dei profitti dalle differenze di prezzo presenti su mercati diversi. Per esempio se il future fosse scambiato ad un prezzo più alto del proprio valore teorico, l’arbitraggista potrebbe vendere il future ed acquistare titoli dell’indice e lucrare sulla differenza; in definitiva, l’attività dell’arbitraggista permette quindi di correggere gli scostamenti dei prezzi tra future e sottostante


Ask

Il prezzo al quale il mercato è disposto a vendere una specifica valuta in un contratto di Foreign Exchange o Cross Currency. A questo prezzo il trader può comprare la valuta base. Nella quotazione, è mostrato nella parte destra, ad esempio EUR/USD 1,35 vuol dire che puoi comprare un euro per 1,35 dollari.

Apprezzamento
Una valuta si "apprezza" quando si rafforza nel prezzo in risposta alla domanda di mercato

Base currency
Valuta base, la prima delle due valute di un cross (coppia di valute). Mostra quanto la valuta base è valutata come misura in base alla seconda valuta. Per esempio nel cross EUR/USD 1,35 vuol dire che l'euro vale 1,35 dollari nel mercato forex.

Bear Market
Un mercato che si distingue per i prezzi in calo.

BCE

Banca Centrale Europea.

Benchmark

Il benchmark è parametro di riferimento che in ambito economico e, in particolare, degli investimenti ha la funzione di permettere un confronto tra le performance del proprio portafoglio e l’andamento del mercato. E’ compito del benchmark quello di  fornire informazioni sulla natura del fondo: questo viene messo alla sbarra poiché ne viene specificato il rischio e il rendimento così da aiutare l’investitore a chiarire la possibile linea di gestione. Il benchmark, di fatto, viene confrontato con l’andamento dei fondi, ossia all’indice del mercato di riferimento. Un esempio è costituito dal confronto tra il rendimento dei fondi azionari americani con quello dell’indice S&P500.

Bid Price

Il Bid è il prezzo al quale il mercato è disposto a comprare una specifica valuta in un contratto di Foreign Exchange o Cross Currency. A questo prezzo il trader può vendere la valuta base. Nella quotazione, è mostrato nella parte destra, ad esempio EUR/USD 1,3529/33 il bid price è 1,3529.

Bid/Ask Spread
La differenza tra il prezzo di offerta e quello di domanda.

Bond (Obbligazione)

S’intende un "prestito obbligazionario" fatto ad una grande azienda. In altre parole quando acquisti un’obbligazione effettui un prestito ad un’azienda la quale ti ricambierà "del favore" corrispondendoti un interesse. Ad emettere prestiti obbligazionari non sono solo le azienda private ma anche le aziende pubbliche o il c.d. Ministero del Tesoro (Titoli di Stato) per far fronte al fabbisogno finanziario. Al momento dell’investimento si è già in grado di sapere quanto si guadagnerà se si manterrà l’obbligazione fino a scadenza (ad esempio per un prestito obbligazionario a dieci anni); ecco perché sono considerati un investimento più sicuro delle azioni. Il rischio obbligazionario è principalmente legato alla possibilità di fallimento dell’azienda. Un altro rischio è quello connesso all’oscillazione del prezzo delle obbligazioni per chi è obbligato a vendere le obbligazioni prima della scadenza. Se i tassi d’interesse (oggi) sono aumentati ad esempio al 7% è evidente che sul mercato ci saranno altre obbligazioni che offriranno il 7% e quindi: Chi  avesse comperato con un tasso del 5% ad esempio avrà difficoltà a trovare compratori.

Book

In un ambiente di trading professionistico, il book è il resoconto o cruscotto delle posizioni del trader.

Broker
Individuo o azienda che agisce come intermediario, mettendo insieme i venditori ed i compratori traendone una commissione.

Bull Market
Mercato caratterizzato da prezzi in salita.

Bundesbank
Banca Centrale Tedesca

Cable
Nome in gergo del cambio Sterlina Inglese / Dollaro Americano. Deriva dal fatto che originariamente le quotazioni GBP/USD venivano trasmesse, fin da metà del 1800, tra USA ed Europa attraverso la cablatura che attraversava l’Oceano Atlantico.

Grafico a Candela (candlestick chart)

Un grafico che indica il range di trading per la giornata ed al tempo stesso i prezzi di apertura e chiusura. Se il prezzo di apertuta è più alto di quello di chiusura il rettangolo tra i due prezzi è ombreggiato, al contrario se è più alto quello di chiusura il rettangolo non è ombreggiato.

Carry trade
Si riferisce alla vendita simultanea di una valuta a basso tasso di interesse mentre si comprano valute ad alto tasso di interesse. Per esempio avviene quando si vendono JPY per GBP o NZD

Capital gain
Guadagno realizzato sul capitale investito.

Central Bank

Una organizzazione governativa o para-gorvernativa che gestisce la politica monetaria statake. per gli USA è la Federal Reserve.

CFD (Contract for Difference)

rappresentano una nuova modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa, e consentono di fare trading su azioni, indici, valute, materie prime ed opzioni, è uno strumento finanziario simile a un indice o ad un'azione che ti permette di speculare su un bene sottostante (un indice, un'azione o un contratto su materie prime), senza dover possedere il suddetto bene. Il prezzo del CFD è uguale al prezzo del bene sottostante (sia esso un'azione, un indice o un contatto Future). Se il prezzo del bene sottostante sale anche il prezzo del CFD sale. La differenza principale  risiede nel fatto che non ci sono commissioni di borsa e molti degli inconvenienti legati al trading degli indici sono eliminati. I CFD inoltre, ti danno la possibilità di utilizzare una leva finanziaria che non è solitamente disponibile nel mercato azionario. L’utile si fa sul cambio di prezzo in PIP nel momento di entrate fino al momento di uscita nel  mercato, permettendo di andare LONG o SHORT come nelle valute. Un esempio sono i Titoli di Stato con scadenza da 24 mesi a diversi anni, tipo in Italia: BOT, BTP, BTP€i, CCT, CTZ, BOC


Cross (rate)
Tasso di cambio tra due valute.

Commissione
Transazione sulla quale un broker applica una tariffa.

Contratto
Unità standard di trading.

Cross Currency Pairs
Una coppia di valute che non contengono il dollaro US, ad esempio EUR/JPY.

Currency
Una qualsiasi forma monetaria gestita da un governo o una banca centrale come valuta a corso legale e base per gli scambi.

Day Trader
Speculatori che aprono posizioni in beni che sono liquidate prima della chiusura del giorno stesso.

Debito pubblico
L’accumulo di debito che uno stato ha accumulato nel tempo

Dealer
Individuo o azienda che agisce come principale controparte in una transazione acquisendo o vendendo beni a proprio nome o per conto di terzi.

Deficit
Bilancio negativo nello scambio o nel pagamento, (la differenza tra entrate ed uscite dove le uscite sono superiori alle entrate)

Deprezzamento
Caduta di prezzo di una valuta a causa di forze di mercato.

Derivati:
La denominazione di "strumenti derivati" dipende dal fatto che il loro valore "deriva" dal prezzo dell'attività sottostante a cui il contratto fa riferimento. Le fluttuazioni e l'andamento di tali strumenti risultano pertanto direttamente correlate alle variazioni dell'attività sottostante.


Discount Rate (tasso di sconto)

Tasso di interesse con cui una banca centrale concede prestiti alle altre banche. Rappresenta il termometro del mercato finanziario perché sulla sua base vengono determinati il tasso d'interesse, applicato dalle banche ai propri clienti, e il tasso interbancario, tasso che si applica ai prestiti fra le banche.

Dollaro (americano)

USD Valuta di riferimento degli Stati Uniti d'America

Dollaro (australiano)
AUD Valuta di riferimento dell'Australia

Dollaro (neozelandese)
NZD Valuta di riferimento della Nuova Zelanda

Euro
EUR Valuta di riferimento dell’Unione Monetaria Europea EMU. Ha rimpiazzato l'ECU (European Currency Unit).

Eurozona, indice di costo del lavoro
Misura il tasso annualizzato dell'inflazione in relazione ai compensi pagati ai lavoratori, è visto come indice primario dell'inflazione complessiva.

ETC (Exchange Traded Commodities)
Sono strumenti finanziari emessi a fronte dell'investimento diretto dell'emittente o in materie prime fisiche (in questo caso sono definiti ETC physically-backed) o in contratti derivati su materie prime. Il prezzo degli ETC è, pertanto, legato direttamente o indirettamente all'andamento del sottostante. Similarmente agli ETF gli ETC: Sono negoziati in Borsa come delle azioni e replicano passivamente la performance della materia prima o degli indici di materie prime a cui fanno riferimento rientrando a pieno merito nella famiglia dei "cloni".


ETF (exchange-traded fund)

Sono fondi comuni d'investimento negoziati in Borsa e caratterizzati da una gestione passiva in quanto replicano il titolo e l'andamento di un determinato indice, molto liquidi con basse commissioni e bassi costi d’acquisto. Sono  una via di mezzo tra un’azione ed un fondo, gli ETF permettono di sfruttare i punti di forza di entrambi gli strumenti.


FED (Federal Reserve)
L’istituto che unisce le 12 banche dei dipartimenti finanziari americani e rappresenta la banca centrale per gli USA

Flat
Gergo da Dealer usato per descrivere una posizione che è stata completamente ricoperta creando una situazione neutrale.

Fondamentale, analisi
Analisi economica e informazione politica che ha come obiettivo la determinazione dell'andamento di mercato futuro.

Forex (Foreign Exchange Market), FX
Mercato degli scambi di valuta.

Franco
CHF Valuta di riferimento della Svizzera.

Funds
Un fondo comune di investimento è uno strumento finanziario paragonabile a un grande salvadanaio dove confluiscono le risorse di piccoli e grandi risparmiatori. Il gestore di un fondo investe in diverse tipologie di attivi quali liquidità, obbligazioni, azioni e immobili. La decisione su cosa comprare dipende dall'obiettivo d'investimento del fondo; il fondo investe in diverse tipologie di attività sottostanti, aiutandoti a ripartire il rischio d'investimento. Investendo infatti in centinaia di società, rende meno dipendenti dal successo o fallimento di una singola azienda o pacchetto azionario, creando un portafoglio molto diversificato. I vantaggi sono: Le competenze specialistiche del gestore del fondo, Unendo le forze con migliaia di altri investitori si accede a opportunità d'investimento precluse ai singoli risparmiatori. Il  rischio è distribuito, pertanto l’investimento non dipende in misura eccessiva dalle sorti di una singola azienda. Però c’è da Ricordarsi che il valore degli investimenti possono diminuire o aumentare e l’investitore potrebbe recuperare meno di quanto ha investito.


Futures

Sono contratti che impegnano ad acquistare, o vendere, in una data futura una ed ad un prezzo fissato una certa quantità di merce o attività finanziarie .  I migliori e più semplici da comprendere sono i contratti future degli agricoltori nel tradizionale mercato delle materie prime. Un agricoltore può vendere il suo grano o i suoi animali nella borsa future in questo modo. Così facendo si garantirà che quando il grano o gli animali saranno pronti per la vendita in una data futura, avrà la certezza di un certo prezzo concordato in precedenza tra lui e l’acquirente. Questo gli permette una pianificazione anticipata. L'acquirente si copre dal rischio dopo che tende a guadagnare anche quando paga il prezzo prestabilito e vende ad un prezzo più alto. In breve quello che succede è che l'acquirente del contratto future assume una posizione long mentre il venditore, una short.


Gap

Distanza mancante tra il prezzo di chiusura e la nuova apertura di un mercato. Il prezzo salta certi valori sulla propria scala di riferimento. Nel forex è un evento che accade raramente e soltanto la domenica notte.

GDP

Gross Domestic Product (PIL)

Good 'Til Cancelled Order (GTC)
Un ordine per comprare o vendere ad uno specifico prezzo. Questo ordine rimane aperto finchè non effettuato o fino alla cancellazione da parte del cliente.

Hedge
Una posizione o combinazione di posizioni che riducono il rischio di una posizione precedente.

Hedge fund:
è un termine inglese con il quale si identifica un fondo speculativo. i cui rendimenti sono generalmente scorrelati dall’andamento generale dei mercati finanziari.Nati negli Stati Uniti negli anni '50, i fondi speculativi presentano sia un elevato grado di rischio, sia la capacità di poter conseguire rendimenti positivi anche nel caso in cui le condizioni di mercato siano avverse. Questo perché gli hedge fund effettuano operazioni ad alto rischio quali l'esposizione sui derivati, trading valutario e altre operazioni ad alto grado speculativo.Negli hedge fund confluiscono investimenti da parte di istituzionali, ma anche della clientela privata più facoltosa e generalmente più propensa ed avvezza al rischio.

Hit the Bid
Accettare i prezzi ed effettuare l'acquisto o la vendita.

Inflazione
Una condizione economica nella quale i prezzi al consumo crescono diminuendo il potere d'acquisto. (le cose costano di più e quindi i soldi valgono meno)

Insider trading:
Si intende la compravendita di   titoli   (valori mobiliari:   azioni,   obbligazioni,   derivati) di una determinata   società   da parte di soggetti che, per la loro posizione all'interno della stessa o per la loro attività professionale, sono venuti in possesso di informazioni   riservate   non di pubblico dominio (indicate come "informazioni privilegiate"). Simili informazioni, per la loro natura, permettono ai soggetti che ne fanno utilizzo di posizionarsi su un piano privilegiato rispetto ad altri investitori del medesimo mercato. In questo senso si parla anche di   asimmetria informativa.


Interbancari, tassi
I tassi Forex ai quali le grandi banche quotano le altre grandi banche internazionali

Intraday
Operazione che si chiude entro la giornata lavorativa.

Indice ISM - Manufatturiero
Indice macroeconomico USA che rileva l’andamento dell’industria manifatturiera nazionale.

Indice ISM - Non manufatturiero
Indice macroeconomico USA che rileva l’andamento dell’industria non manifatturiera e ricopre l' 80% dell'economia USA.

Kiwi
Slang usato per indicare il dollaro neozelandese.

Leva finanziaria
Anche chiamata margine, è la parte della somma usata in una transazione come garanzia del totale investito. Permette di operare su somme più grandi rispetto al capitale investito.

Lettera
Vedi Ask

Liquidità
Abilità di un mercato di accettare larghe transazioni.

Limit
Ordine con restrizione sul prezzo massimo da pagare o minimo da ricevere.

Long
Posizione aperta in acquisto, che mira all'apprezzamento di uno strumento. In pratica si ottiene comprando la valuta base in un cross.

Lotto
Unità di misura l'ammontare di una transazione. Il valore di una transazione corrisponde ad un numero intero di lotti, tipicamente 100,000, è una dimensione standard, come un "pacchetto" ed è legato ai pip,1 pip in un mini lotto è valutato a 1$.

Margin Call
Una richiesta da un broker o da un dealer per immettere ulteriori fondi per garantire la posizione aperta che ha raggiunto una determinata soglia di perdita.

Margine
L'entità richiesta che un investitore deposita per garantire una posizione.

Mercato
Mercato finanziario, il mercato forex è Over The Counter.

Mercato liquido
E’ un mercato con molta domanda e offerta. Il mercato è caratterizzato da elevata liquidità, spread bassi e alta volatilità.

Offerta

Vedi Bid

One Cancels the Other Order (OCO)

Un ordine che cancella una altro ordine, qualunque dei due ordini sia impartito per primo, esso cancella l'altro.

Over the counter:
I mercati OTC sono quindi il complesso delle operazioni di   compravendita   di titoli che non figurano nei listini di borsa, la cui funzionalità è organizzata da alcuni attori, e le cui caratteristiche dei   contratti   che vengono negoziati non sono standardizzate. Il   NASDAQ   è un esempio di mercato  Over the Counter. .I mercati OTC vengono utilizzati per le transazioni all'ingrosso tra intermediari istituzionali (modalità prevalente per le euro-obbligazioni). Le contrattazioni avvengono secondo il principio delle conversazioni bilaterali tra le parti (domanda e offerta),


Overnight
Operazione che rimane aperta fino al successivo giorno lavorativo.

Ordine

Istruzione di eseguire uno scambio ad un determinato tasso.

Pattern recognition
quest’ultima tecnica consiste nel riconoscimento grafico dei pattern (configurazione) di continuazione ed inversione di tendenza,  

PIP (Performance Index Paper)

è l'unità fondamentale di base con la quale si misurano gli spostamenti di prezzo nel   Forex. Viene definito anche come punto base, La più piccola unità per qualsiasi valuta o mercato; (come lo 0.01% del mercato presa in considerazione).Ad esempio nel cambio Euro/Dollaro è pari ad un decimillesimo (0,0001); detto anche punto.

Posizione
Operazione, ordine eseguito sul mercato

Pound
Vedi Sterlina

Prezzi al consumo (Shop Price Index)
Per ogni paese dell'aera euro, indice che misura il tasso di inflazione basandosi su un campione di rivenditori. Questo indice considera solamente i cambiamenti di prezzo nei punti di vendita al dettaglio.

Price Action
si intende una conoscenza ed una maggior consapevolezza sul movimento del prezzo.

Punto
Vedi PIP

Profit/Loss
Guadagno o perdita "attuale" considerando le posizioni chiuse più il teorico guadagno o perdita sulle posizioni aperte.

Range
Intervallo tra prezzo massimo e minimo in un determinato periodo.

Rating
Giudizio tecnico espresso sulla solvibilità di un Ente o prodotto finanziario, (la valutazione economica di un paese) . Il livello massimo è rappresentato da AAA.

Resistenza
Termine usato in analisi tecnica che indica uno specifico livello oltre il quale, secondo l'analisi, il prezzo sarà destinato a scendere.

Rischio
Esporsi ad un certo rischio legato al cambiamento del tasso di cambio.

Rollover
Regolamento di una transazione aperta durante la notte. Tramite questa operazione vengono regolati gli interessi dovuti al broker.

Scalping
Consiste nell'aprire e chiudere velocemente posizioni.

Short
Posizione aperta in vendita che beneficia quindi di un abbassamento dei prezzi, si attua vendendo la valuta base.

Spread
Differenza di prezzo tra Ask e Bid, la domanda e l'offerta.

Sterlina
GBP, Valuta di riferimento del Regno Unito

Stop loss
Tipo di ordine dove una posizione aperta è automaticamente chiusa ad un prezzo specifico prestabilito per limitare le perdite.

Stop profit
Tipo di ordine dove una posizione aperta è automaticamente chiusa ad un prezzo specifico prestabilito per incassare un guadagno.

Strumento (finanziario)
Bene sul quale si effettuano le operazioni, nel caso del FOREX le valute.

Supporto
Termine usato in analisi tecnica che indica uno specifico livello oltre il quale, secondo l'analisi, il prezzo sarà destinato a salire.

Swap
è un contratto che prevede lo scambio periodico, tra due operatori, di flussi di cassa aventi la natura di "interesse" calcolati sulla base dei   tassi di interesse   predefiniti e differenti e di un   capitale   teorico di riferimento;

Tecnica, analisi
Previsione effettuata tramite l'analisi di dati di mercato, ad esempio i trends storici, le medie, i volumi ecc.

Take Profit

Tipo di ordine dove una posizione aperta è automaticamente chiusa ad un prezzo specifico prestabilito per ottenere profitto a target

Target
Obiettivo, è il risulatato che un gestore si propone effettuando un'operazione.

Tasso di cambio (Exchange Rate)
Prezzo di una valuta esprezzo nei termini di un'altra.

Tick
Cambio minimo del prezzo di uno strumento.

Trend
Direzione, andamento di una valuta.

Trade
Commercio, scambio.

Trading
Operare sul mercato.

Volatilità

Misura statistica dei movimenti di prezzo in un mercato rispetto al tempo.

Volume
Quantità che misura gli scambi totali su un determinato strumento finanziario.

Yen
JPY Valuta di riferimento del Giappone.

Yuan
CNY Valuta di riferimento della Repubblica popolare Cinese.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu