Il surf da onda - Forex Sicuro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il surf da onda

Filosofia e Forex

A tutti noi è capitato di vedere immagini spettacolari di surfisti cavalcare onde incredibili su isole da sogno. Beh il Surf è strettamente legato al Forex; infatti, molti trader famosi si sono spostati su isole tropicali a vivere, per il clima meraviglioso, mantenendosi con il loro trading quotidiano. Il surf ed il forex hanno enormi correlazioni, infatti entrambi pongono il soggetto in una situazione particolare. Il primo in un elemento: l'acqua, che è si parte integrante della vita umana, ma pur sempre un abitat diverso. Il secondo assorbe completamente l'individuo in una realtà che si muove e muta continuamente, separandolo anche per ore dalla vita quotidiana; immergendolo in una dimensione diversa in cui il trader vede un mondo in movimento. Entrambe le due realtà sono da un lato affascinanti e ricche di adrenalina, dall'altro possono essere entrambe molto pericolose. Il surf è pieno di insidie, come: le correnti, i fondali bassi ed appuntiti, onde violente ed in alcuni luoghi anche squali o altri animali pericolosi. Il Forex dal canto suo è pieno di aspetti nascosti, proprio come i fondali del mare. Curve che rapidamente si impennano e cambiano direzione, velocità e forza, proprio come le onde dell'oceano. Pesci enormi che sono i veri squali del mercato, ossia le banche, che divorano tutti i pesci piccoli portando via il loro portafoglio.


Ogni surfista esperto prima ancora di entrare in acqua analizza da fuori le condizioni del mare, per valutare se c'è o meno la condizione per surfare. Così dovrebbe fare il trader, prima di entrare nel mercato, se capisce che le condizioni non sono adatte. Allora entrambi attendono una situazione migliore. Ogni volta che il surfista si avventura in acqua, cerca immeditamente di identificare eventuali pericoli possibili. Prima di lanciarsi giù da un'onda, verifica: dove dovrà entrare, in che direzione sta andando l'onda e per quanto potrebbe surfarla prima di uscire in un punto giusto, che non sia troppo presto né troppo sotto riva. Il trader quando sta per surfare la sua onda deve fare nello stesso modo: analizzare attentamente i pericoli di ritracciamento, l'inclinazione, la velocità e direzione del trend in atto; deve studiare bene il suo punto di entrata e di uscita per evitare di sbagliare. Come in acqua un'onda presa male può essere molto pericolosa in certe condizioni; nessun surfista esperto si lancia a capofitto giù da un mostro di diversi metri d'altezza. Così un bravo trader studia con estrema calma il momento per entrare a mercato, poichè un "wipe out" (termine surfistico) potrebbe essere devastante per le sue finanze.
Presa la prima onda, dopo pochi secondi di corretto aggiustamento sulla sua tavola, il surfer ha pieno controllo della situazione, e comincia a scendere e risalire l'onda con disinvoltura; ed è un piacere immenso. Così fa il trader, che dopo un breve tempo di incertezza, può inserire il suo Stop/Profit (S/P), e seguire la sua curva con estrema tranquillità e piacere nei suoi alti e bassi. Posizionando lo S/P sempre a debita distanza, può seguir fino alla fine la forza dell'onda di trend in atto, lì uscirà al target prestabilito, pronto per un'altra onda da "tradare".
Come il surfista, il trader deve stare attento, poichè l'adrenalina che si sviluppa quando comincia a prendere diverse onde può mettere in condizioni di troppa confidenza, di rischiare di prendere decisioni avventate che possono rovinare la giornata o peggio. Quando il surfista comincia a sentirsi stanco, o la condizione delle onde è mutata, significa che è arrivato il momento di uscire dall'acqua; perchè il gioco si può fare pericoloso e la nuotata verso riva è ancora lunga e può nascondere diverse insidie. Uguale fa il trader esperto che, quando nota che il mercato è cambiato, o lui non si sente più sufficientemente concentrato; deve uscire il prima possibile dal suo trade, ed attendere momenti migliori.
Il senso di libertà e indipendenza, che si prova quando si è in acqua sulla tavola tra le onde, è molto simile alle emozioni che si provano nel mercato, con la propria piattaforma pronta in tutti i suoi aspetti, tra le onde del mercato.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu